MARCO MASTROPIERI – IL QUARTO GIORNO

Dal 26 gennaio al 4 marzo 2023

Candy Snake Gallery


Candy Snake Gallery presenta Il quarto giorno, prima mostra personale di Marco Mastropieri (nato a Foggia nel 1995, vive e lavora tra Venezia e Conegliano). Il progetto unisce una selezione di opere recenti in cui il paesaggio è protagonista di una pittura che unisce lo studio analitico delle specie vegetali all’aspetto immaginativo e narrativo che porta alla costruzione di una nuova realtà. Il titolo rimanda al giorno dedicato alla creazione del mondo vegetale nel racconto biblico, riportando ad una natura in divenire e senza presenza umana.

Alla base della ricerca di Marco Mastropieri vi è il desiderio di costruire mondi nuovi e inesplorati attraverso la pittura di paesaggio.

Partendo da un metodo di rappresentazione parzialmente ispirato alla pittura fiamminga e ad alcuni botanici del ‘500, gli stimoli visivi e sensoriali provenienti dal vero o da altri media vengono ricostruiti attraverso il segno pittorico, avendo cura di analizzare sino al dettaglio i vari elementi che costituiscono l’ambiente.

I comportamenti e movimenti delle piante, ripresi dagli studi scientifici sulla neurobiologia vegetale, sono protagonisti dell’impianto narrativo dell’immagine. Accentuando il tutto attraverso deformazioni e sproporzioni, l’artista dà vita a luoghi dall’atmosfera surreale.

Tra le fonti di ispirazione, il libro del 1976 “La botanica parallela” di Leo Lionni, curioso scritto in cui si descrive con meticolosità scientifica una serie di specie vegetali immaginarie, e le opere di Gherardo Cibo, artista botanico vissuto nel ‘500, autore di uno dei più antichi erbari, connotato da un’evidente alterazione delle proporzioni tra la pianta in primo piano e il paesaggio nello sfondo. Altre importanti fonti di ispirazione provenienti dal mondo letterario sono la saga di romanzi fantascientifici “Dune”, in particolare il modo in cui l’autore, Frank P. Herbert, ha sviluppato il pianeta su cui si svolgono gli eventi, e il romanzo francese “Le avventure di Gargantua e Pantagruele”, le cui atmosfere si ripropongono all’interno dei dipinti.

Il concetto di ecosistema è un altro fondamento della ricerca di Marco Mastropieri, che si sviluppa considerando la connessione delle diverse forme di vita e le corrispondenze tra macrocosmo e microcosmo.

Talvolta cupi, altre volte avventurosi, i dipinti di Marco Mastropieri mettono innanzi agli spettatori paesaggi in cui ogni possibile traccia umana è assente, ribaltando la concezione antropocentrica della natura.

Oltre a Candy Snake Gallery, ha esposto presso Pal Project (Parigi), Palazzo Monti (Brescia), Fondazione Bevilacqua La Masa (Venezia), Spazio Antares (Venezia), Ca’pier (Venezia).